home
 
 | 

Storie dai progetti della Cooperazione Italiana in Palestina

Gerusalemme, 9 Febbraio 2018 – Venerdi pomeriggio, al Centro culturale Yabous di Gerusalemme, è stato proiettato in anteprima un documentario breve che racconta storie dai progetti della Cooperazione italiana in Palestina. L’Italia è impegnata da oltre trent’anni per i diritti, la salute e lo sviluppo del popolo palestinese, grazie all’azione della Cooperazione e delle molte iniziative che finanzia su diversi canali.
 
Nel corso dell’evento è stata inaugurata una mostra di undici tavole realizzate dall’illustratrice Gail Gosschalk per raccontare i progetti di aiuto umanitario finanziati dall’AICS di Gerusalemme e realizzati da ONG italiane. Le tavole sono state raccolte in una pubblicazione distribuita agli ospiti. Dalle illustrazioni emergono caratteristiche e finalità del Programma Emergenza, focalizzato su educazione, accesso all’acqua e sanità di base, e rivolto a comunità residenti in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza.
 
Il direttore dell’AICS Gerusalemme, Cristina Natoli, ha avuto modo di ricordare il lavoro svolto in questo suo primo anno di incarico e sottolineare l’utilità dei prodotti di visibilità per la valorizzazione del lavoro della Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo: “Da questo viaggio nei nostri progetti emerge chiaramente la struttura dell’impegno italiano, che intreccia – come raccontano anche i disegni di Gail Gosschalk – la priorità sanitaria con il rispetto dei diritti umani e la parità di genere, insieme alla speranza in un futuro migliore, uno sviluppo che dia al popolo palestinese opportunità di lavoro e di migliorare la propria condizione di vita”.
 
Il Console Generale d’Italia Fabio Sokolowicz ha sottolineato come l’impegno della nostra Cooperazione sia un investimento nella società e nelle istituzioni palestinesi, nella prospettiva della nascita di un futuro Stato palestinese, nel quadro della soluzione a due Stati.