home
 
 | 

Speranza (Amal) targata Italia per i diritti umani in Palestina

Approvato dal Comitato Congiunto il progetto “AMAL - Diritti umani e uguaglianza di genere”
 
Gerusalemme, 6 Febbraio 2018 – Si intensifica l’impegno dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo in Palestina. Un altro tassello da 4 milioni di euro va ad arricchire il mosaico di iniziative che nel settore del Gender Equality and Women Empowerment/ Diritti Umani vedono l’Italia donatore di punta tra i Paesi UE presenti in Palestina.
 
La nuova iniziativa si chiama AMAL, in arabo Speranza, e si propone di favorire l’empowerment economico delle donne nel mercato del lavoro Palestinese e la partecipazione attiva femminile nella sfera pubblica. Questi obbiettivi saranno perseguiti attraverso il lancio di una gara “Affidata”, un efficace strumento di cooperazione proposto per la prima volta in Palestina e rivolto a organizzazioni italiane, in collaborazione con organizzazioni palestinesi.
L´azione prevede due lotti: il primo volto al supporto alle donne lavoratrici e imprenditrici, per la sostenibilità delle loro attività economiche, promuovendo una imprenditorialità innovativa e rispettosa delle questioni di genere. Il secondo lotto prevede la promozione di una maggiore consapevolezza da parte di uomini e donne circa il valore aggiunto della piena partecipazione delle donne nella società palestinese, favorendo il loro contributo personale, professionale e politico al di la’ della sfera domestica.
Una terza componente, di sostegno al bilancio del Ministero dell´Istruzione Palestinese e della Procura Generale, intende supportare l’Autorità Nazionale Palestinese (ANP) nel rafforzamento delle proprie competenze per prevenire e contrastare ogni tipo di violenza, in particolare le discriminazioni di genere e verso le donne e i minori. L´intervento andra´ a migliorare la conoscenza dei loro diritti e dei servizi disponibili per la loro protezione e a creare strumenti pedagogici capaci di favorire un ambiente educativo libero dalla violenza e dai pregiudizi di genere. Questa componente fornira´ inoltre assistenza tecnica all´Istituto Palestinese di Statistica tramite una convenzione con ISTAT per il monitoraggio degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile in un´ottica di genere.