home
 
 | 

Economic Development Policy brief n. 2 - Start Up Palestine: Outreach, Impact and Way Forward

Nell’ambito di “Start Up Palestine”- programma avviato nei primi mesi del 2014, “Start Up Palestine” (AID n. 10114) che intende rispondere ai bisogni specifici di coloro che, fino ad oggi, sono rimasti ai margini della vita economica e finanziaria locale – come i giovani, le donne e gli agricoltori a piccola e media scala -  e' stato pubblicato un secondo policy brief Start Up Palestine: Outreach, Impact and Way Forward

(Il primo policy brief sui “cap” ai tassi d’interesse usci nella primavera 2016). 
Il nuovo lavoro presenta i risultati raggiunti con la prima tranche (EUR 7m) della linea di credito (erogata nel novembre 2015 e immessa nel mercato a Febbraio 2016): da febbraio a giugno 2016, infatti, grazie ai fondi messi a disposizione dal programma, cinque istituti di microfinanza palestinesi hanno erogato più di mille prestiti, a beneficio di micro, piccole e medie imprese di donne, giovani e agricoltori a piccola scala, soprattutto in contesto rurale e in buona parte nelle regioni più marginalizzate della Palestina.
 
Alla luce dalla sorprendente velocità di erogazione della linea di credito italiana, che denota la presenza in loco di un’elevata domanda di servizi microfinanziari, la seconda e ultima tranche (ulteriori EUR 7m) è stata erogata a fine febbraio e nel corso delle prossime settimane, verrà iniettata nel mercato. Sulla base di quanto abbiamo imparato da questa “prima esperienza”, in collaborazione con il Palestinian Fund for Employment and Social Protection (PFESP), nostro partner e gestore del credito d’aiuto, abbiamo introdotto alcuni miglioramenti a livello di requisiti per l’erogazione dei prestiti e di monitoraggio degli stessi. A breve, inoltre, il PFESP attiverà una serie di servizi non-finanziari a beneficio della microimprenditoria locale (dalla stesura del business plan, fino all’accompagnamento del business nelle sue prime fasi di sviluppo), che permetteranno di identificare nuovi validi progetti d’investimento e di garantire, una volta avviati, la loro sostenibilità economica e finanziaria.