home
 
 | 

Dichiarazione di Cristina Natoli, Rappresentante a Gerusalemme dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, in occasione della campagna dei 16 giorni contro la violenza di genere

L’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS), sede di Gerusalemme, sostiene i 16 giorni di attivismo contro la violenza di genere, la campagna internazionale per combattere la violenza contro le donne e le bambine, che si svolge dal 25 novembre, Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne, al 10 dicembre, Giornata Mondiale dei Diritti Umani.
Il tema del 2017 é “Che nessuno resti indietro: poniamo fine alla violenza contro le donne” e si rivolge in particolare a coloro che hanno meno accesso ai servizi e sono piu’ emarginati, compresi i rifugiati, le minorità, e le popolazioni colpite da conflitti.
 
“Liberare le donne dalla violenza é un obiettivo per ogni società e per ogni persona, uomini e donne insieme. La violenza contro le donne e le bambine continua ad essere una minaccia per metà dell’umanità, impedendo il pieno sviluppo della società e l’esercizio dei diritti umani” afferma Cristina Natoli, Rappresentante di AICS a Gerusalemme.
L’Italia continua a impegnarsi con forza a favore dell’uguaglianza e dell’equità di genere in Palestina collaborando con le Istituzioni, la società civile e le agenzie internazionali e contribuendo alla lotta per un futuro piu’ luminoso, libero dalla violenza contro le donne e le bambine.