home
 
 | 

AID 10910 - GVC- EDUCAID: CORE: Communities Resilence. Rinforzare la resilienza delle comunità palestinesi in Cisgiordania (AREA C, H2 e campi UNRWA) a rischio di trasferimento forzato

Valore: 
446.870,00 Euro di cui 400.000,00 come contributo AICS
Data di avvio: 
2017
Durata: 
9 mesi
Stato: 
Ongoing
Sector: 
Protection
Partner: 

I Village Council di ogni comunità i quali hanno partecipato attivamente alla definizione delle azioni, e nei casi specifici con UNRWA, i direttorati dell’Educazione, i Governorati, le Municipalità, i JSCs, la PWA/WBWD (West Bank Water Department) ed eventuali organizzazioni locali. In aggiunta il MoEHE e UNRWA hanno ricoperto un ruolo fondamentale nella definizione della proposta secondo le priorità strategiche di intervento, e saranno gli enti di coordinamento principali a livello nazionale con cui sarà firmato un MoU nella fase iniziale di progetto.

Ente Realizzatore: 
GVC in consortile con EDUCAID
Canale: 
Emergency
Luogo: 
Governorati di Tubas ed Hebron (Eid el Beida;Khirbet Tell al Himma; Aqaba; Khirbet Atuf; Wadi Al Hssein; Haret Al Salaymeh; Tel Rumeida; Al Fawwar UNRWA camp)
Obiettivi: 

Il progetto intende consolidare l’approccio di protezione già introdotto nell’ambito dell’iniziativa AID 10736, con l’obiettivo di aumentare le capacità di resilienza delle comunità nei Governatorati di Tubas e Hebron, attraverso assistenza materiale, psicosociale e azioni di advocacy. 

Risultati Attesi: 

Risultato 1: Donne, uomini, bambini, bambine, persone con disabilità, che vivono in un ambiente nel quale sono diffuse violazioni di Internazional Humatarian Law sono empowered e mobilized attraverso la creazione di 7 profili di protezione di comunita' e il rafforzamento del Community Eyes Watch. (CEW) Rinforzo del Early Warning System (EWS) per violazioni di IHL/IHRL in H2
Risultato 2: Donne, uomini, bambine, bambini, persone con disabilità di 8 comunità – in Area C, H2 e UNRWA Campo Rifugiati – a rischio di trasferimento forzato hanno aumentato l’accesso a servizi essenziali, assistenza materiale umanitaria, supporto legale e supporto di emergenza attraverso:
a) installazione di sistemi di stoccaggio idrico ad uso domestico (fornitura di 100 cisterne di 2m3 ognuna);
b) riabilitazione di sistemi di adduzione idrica ad uso domestico (riabilitare 1,000 m della conduttura principale di adduzione idrica del campo rifugiati UNRWA di Al Fawwar);
c) riabilitazione di una strada agricola (riabilitare 2,000 m della strada agricola nella comunità di Ein nel Beida, migliorando così l’accesso a servizi e movimenti per le famiglie limitrofe); 
d) riabilitazione delle strutture igienico-sanitarie nei 3 istituti scolastici del campo di Al Fawwar (riabilitazione e/o costruzione di strutture igienico-sanitarie);
e) potenziamento dei servizi strutturati di supporto psicosociale nell’ambiente educativo in sei scuole di Tubas e Hebron attraverso l'approccio del Diamond Kite Project; 
e) allestimento di 5 multi-purpose room all'interno delle 4 scuole UNRWA di Al Fawwar e nel Rehabilitation Center
 
Risultato 3: Creazione o cambiamento di politiche e pratiche per prevenire e ridurre il trasferimento forzato attraveros azioni di advocacy.

Beneficiari: 

 I beneficiari diretti sono stimati essere 10,800, mentre sommando quelli diretti e indiretti assieme i beneficiari risultano essere 16,640. 

AID 10910 -  GVC- EDUCAID: CORE: Communities Resilence. Rinforzare la resilienza delle comunità palestinesi in Cisgiordania (AREA C, H2 e campi UNRWA) a rischio di trasferimento forzato