home
 
 | 

AID 10880 - IRADA - WOMEN INFORMING RESPONSES FOR THEIR AGENCY, DEVELOPMENT AND ADVOCACY

Valore: 
1.5 milioni di Euro, di cui 650.000 in gestione diretta, 750.000 di supporto al bilancio del Ministero degli Affari Sociali (MoSA) e 100.000 di supporto al bilancio del Palestinian Central Bureau of Statistics (PCBS) (ex Art. 7 L. 125/2014)
Data di avvio: 
2017
Durata: 
12 mesi
Stato: 
Ongoing
Sector: 
Gender
Partner: 

Ministero del Lavoro, i Governatorati attraverso i centri Tawasol, il Ministero degli Affari Sociali e il Palestinian Centre Bureau of Statistics. Tali controparti saranno gli enti realizzatori delle attività e garantiranno l’ownership e futura sostenibilità del programma. 
 

Ente Realizzatore: 
AICS
Canale: 
Bilateral
Luogo: 
Cisgiordania e della Striscia di Gaza
Obiettivi: 

IRADA è parte integrante della programmazione della Cooperazione Italiana in Palestina per l’anno 2016, approvata dal Comitato Congiunto il 14 aprile 2016. L’iniziativa IRADA, di 1.5 milioni di Euro, si innesta nell’anno di transizione tra i cicli triennali 2013-2015 e 2017-2019 ponendosi in continuità e complementarietà con il Programma WELOD (Women’s Empowerment and Local Development), iniziato nel 2009 e sviluppatosi in tre fasi (la seconda in fase di finalizzazione, le terza in corso).
IRADA interesserà le due aree della Cisgiordania e della Striscia di Gaza e avrà l’obiettivo di sostenere le politiche di buon governo per la promozione dell’uguaglianza di genere e dell’empowerment delle donne in Palestina. Nello specifico, l’iniziativa avrà il fine di promuovere politiche sul decent work delle donne e sull’eliminazione della violenza di genere, anche mediante il supporto alle statistiche di genere. 

 
 

Risultati Attesi: 

 Il fondo in loco si propone il raggiungimento di due risultati:
1.      Contributo alla realizzazione dell’Osservatorio Nazionale sulle Discriminazioni di Genere sul Lavoro. Nel quadro di un accordo già in vigore tra il Ministero del Lavoro (MoL), i Tawasol-LMOP (Labour Market Orientation Points) e il Ministero degli Affari delle Donne (MoWA), si fornirà assistenza tecnica per lo studio di fattibilità e la formazione del personale per la raccolta e sistematizzazione dei dati.
2.      Promozione di politiche e azioni per il decent work, la partecipazione delle donne ai processi decisionali, la lotta alla violenza di genere e l’inclusione giovanile. Questo risultato include diverse azioni a supporto della definizione di politiche per il decent work e la protezione delle donne dal lavoro informale. Saranno, inoltre, realizzate azioni sulla protezione delle donne e bambini/e che hanno subito violenza (a Nablus) e sulla promozione dell’inclusione giovanile e dell’avanzamento dei diritti delle donne e dei giovani (a Gerusalemme Est). E’ previsto un corso di alfabetizzazione per 30 donne particolarmente marginalizzate nella Striscia di Gaza.
 
Il supporto al bilancio sarà regolato da una Intesa Tecnica da sottoscrivere con il Ministero delle Finanze e della Pianificazione (MoFP) palestinese.
Si prevede il raggiungimento dei seguenti risultati:
1.      Il PCBS ha incrementato le statistiche di genere. Il PCBS sarà in grado di pilotare la fase di definizione degli indicatori per il monitoraggio degli SDG e di quelli necessari alla redazione dei rapporti sulla CEDAW e sulla Risoluzione 1325, di assicurare una corretta rilevazione dei dati di genere nel Censimento 2017 e di istituzionalizzare gli indicatori di genere basati sui registri amministrativi, mediante lo sviluppo di una specifica strategia nazionale.
2.      Il MoSA ed i servizi antiviolenza da esso sostenuti hanno aumentato le loro capacità di protezione, assistenza e accoglienza alle donne e ai/lle bambini/e vittime di violenza e i programmi per l’empowerment economico. Il MoSA sarà in grado di assicurare il sostegno ai centri Mehwar, Nablus e Gerico per la protezione, assistenza e accoglienza di donne e bambini/e vittime di violenza e potrà espandere il supporto ai centri di counseling di Yatta, Dura e Jenin e ai Direttorati regionali. Sarà, inoltre, condotta una valutazione dei servizi antiviolenza per unificare procedure e metodologie di intervento e saranno realizzate una serie di attività di formazione e supporto delle donne che hanno subito violenza, finalizzate all’empowerment economico. 

Beneficiari: 

 I/le beneficiari/e diretti/e dell’iniziativa saranno le donne e i bambini/e che usufruiranno dei servizi messi loro a disposizione dai centri Tawasol e dai servizi antiviolenza, incluse le attività di empowerment socio-economico, di lotta alla violenza contro le donne e di inclusione giovanile; almeno 250 organizzazioni di donne palestinesi e altre organizzazioni della società civile che partecipano ai centri Tawasol; le controparti locali: lo staff del MoSA, del MoL, del PCBS, lo staff dei centri antiviolenza; i Governatorati, in particolare: le Direttrici dei Centri Tawasol/Direttrici Dipartimenti Donne e Bambini e le assistenti dei Labour Market Orientation Points dei centri Tawasol.

AID 10880 - IRADA - WOMEN INFORMING RESPONSES FOR THEIR AGENCY, DEVELOPMENT AND ADVOCACY