home
 
 | 

15 e 16 maggio 2017: Microfinance sector in Palestine – Prospects and Challenges

 Il 15 e 16 maggio us si e svolta a Gerico la prima conferenza – inaugurata dal Governatore della citta Majed Al-Fatiani - sulla microfinanza in Palestina alla quale hanno partecipato oltre che il Console Generale a Gerusalemme Fabio Sokolowicz e la titolare dell’AICS di Gerusalemme Cristina Natoli anche numerosi rappresentanti di Organizzazioni Internazionali e locali.
 
L’evento - organizzato congiuntamente dalla Palestine Monetary Authority (PMA) e da Sharakeh (network locale di istituti di microfinanza) - ha permesso di puntare i riflettori su due tematiche:
‐          Lo sviluppo del settore della microfinanza e le migliorie da introdurre nel quadro legale attualmente in vigore;
‐          L’introduzione di un sistema per misurare l’impatto socio-economico dei microprestiti sulle fasce più vulnerabili.
 
Il settore della microfinanza in Palestina ammonta a 230 milioni di USD e raggiunge 90.000 clienti per la maggior parte donne, giovani e agricoltori a piccola scala.
Dal 2013, la Cooperazione Italiana supporta il settore di microfinanza in Palestina attraverso l’implementazione di due iniziative “Start Up Palestine” (EUR 21.8m) e “Fin Pal - Financial Inclusion in Palestine” (EUR 2m), offrendo:
-          Servizi finanziari e non ai gruppi marginalizzati,
-          Assistenza tecnica alla Palestine Monetary Authority, a 6 istituti microfinanza (FATEN, ASALA, ACAD, VITAS, REEF, ALIBDA) e alle cooperative di credito e risparmio UCASC (Union of Agriculture Cooperatives for Saving and Credit).
 
I progetti si svolgono in partenariato con Cassa Padana BCC, Banca Popolare Etica, Federcasse, Fondazione Solidarete and Microfinanza s.r.l. che offrono servizi di accompagnamento alle controparti locali.